home
 
Italiano English
 
Coccopalmerio

2016

 

First

Francesco Coccopalmerio

Il Card. Francesco Coccopalmerio è nato nella Diocesi di Milano, a San Giuliano Milanese (MI), dove il 14 marzo ha ricevuto il Battesimo: la madre, Giuseppina, di origine Valtellinese (Sernio); il padre, Alberto, nativo dell’Abruzzo (Scontrone). Entra a Venegono Inferiore nel Seminario arcivescovile di Milano in cui è alunno dal 1957 al 1962. Qui frequenta i primi due anni dei corsi della Facoltà Teologica milanese, raggiungendo la licenza in teologia. Completata la formazione seminaristica e accademica, è ordinato presbitero dall’Arcivescovo di Milano, il Card. Giovanni Battista Montini, il 28 giugno del 1962. A Roma frequenta la Facoltà di diritto canonico della Pontificia Università Gregoriana, fino a raggiungere, sotto la guida di Padre Bertrams, il dottorato nel 1968. Frequenta poi la Facoltà di giurisprudenza dell’Università Cattolica del S. Cuore in Milano, dove consegue, con il prof. Orio Giacchi, la laurea nel 1976. Nominato Vescovo titolare di Celiana di Numidia e Ausiliare di Milano da Papa Giovanni Paolo II l’8 aprile 1993, viene consacrato nella basilica di S. Ambrogio in Milano dall’Arcivescovo di Milano, il Card. Carlo Maria Martini, il 22 maggio 1993 e ha incarichi soprattutto per i settori delle questioni giuridiche, della cultura e dell’ecumenismo. Per la Santa Sede è stato ed è Membro del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. Il 15 febbraio 2007 è stato nominato Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi. Sotto la sua presidenza sono stati celebrati i 25 anni della Promulgazione del Codice di Diritto Canonico (1983-2008) e i 25 anni dall’entrata in vigore del Codice dei Canoni delle Chiese Orientali (1990-2015). È anche membro della Congregazione per la Dottrina della Fede, della Congregazione per le Cause dei Santi e del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani. Dal 2008 è Consulente Centrale dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani. È stato fondatore della rivista “Quaderni di Diritto Ecclesiale” ed è autore di numerose pubblicazioni scientifiche in cui sono da segnalare, soprattutto, i temi riguardanti la riflessione sulla identità del diritto ecclesiale, il libro II del Codice (in particolare la comunione con la Chiesa e la parrocchia), la “communicatio in sacris” e il diritto penale. FrancescoCoccopalmerio.indd 3 26/09/16 10:10
Benedetto XVI lo ha creato Cardinale nel Concistoro del 18 febbraio 2012 e gli ha assegnato la diaconia di San Giuseppe dei Falegnami, nel Foro Romano. Il Cardinale Coccopalmerio ha per tutta la vita studiato, insegnato e praticato il diritto canonico come uomo di Curia a Milano e a Roma. Però ha sempre praticato anche l’apostolato diretto: come presbitero, nella parrocchia di San Giorgio a Milano, soprattutto come confessore e direttore spirituale, anche di cinque vocazioni al sacerdozio; poi come Pro-Vicario Generale e come Vescovo Ausiliare, avendo celebrato migliaia di Cresime soprattutto nella diocesi di Milano. Anche ora celebra nella diocesi, particolarmente le Cresime, in aiuto al Cardinale Arcivescovo. Il Cardinale Coccopalmerio si sente spiritualmente legato al Cardinale Carlo Maria Martini, con il quale ha collaborato per 22 anni e che egli considera come suo padre nella fede, oltre che nell’episcopato. Possiamo dire che una delle attività di Coccopalmerio è in questi tempi di occuparsi di una serie di poveri, specie famiglie senza nessun reddito. Ha anche fondato una associazione per i poveri “Lo vuole il cuore” ONLUS.

Motivazioni del Premio

Formatosi e cresciuto in quella Chiesa milanese che ha esercitato un ruolo di peso nel Novecento italiano e nel Concilio, ha sempre svolto e svolge il suo ministero, non perdendo occasione di far sentire la voce della Chiesa, con particolare attenzione alle problematiche sociali del mondo del lavoro e dei meno abbienti ma è anche profondissimo studioso ed esperto del diritto canonico della “communicatio in sacris” e del diritto penale. Personalità di grande qualità, apprezzato per la sua umanità, altruismo, spirito di sacrificio non comune rivolto sempre a favore della collettività e per finalità sociali che testimoniano il continuo sostegno nel bellissimo cammino della solidarietà, del volontariato e della cultura. Tant’è che si è speso e si spende con interventi concreti a sostegno delle famiglie in difficoltà a causa della perdita del lavoro, attivando o rilanciando progetti di solidarietà gestiti anche dall’ Onlus “Lo vuole il Cuore” di cui è ispiratore, a favore delle persone in difficoltà, emarginate, sofferenti “gli scarti della società” come li definisce Papa Francesco.

1

Conferimento Premio Internazionale per la Cultura "Vissi d'Arte – Città di Alcamo" a Mons. Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi.


2
3

Consegnano il Premio Francesco Bambina, Presidente dell'Associazione "Amici della Musica"
e Domenico Surdi, Sindaco del Comune di Alcamo.



Amici della Musica
Per informazioni: Associazione “Amici della Musica”
Via F.lli S. Anna, 77 - 91011 Alcamo (TP) -Tel. +39 0924 505744 - Fax +39 0924 1916611 - Cell. +39 338 2308885

VoIP “Skype”: amicidellamusicaalcamo
info@amicimusicaalcamo.it
Partita Iva 01374350815