home
 
Italiano English
 
Tebaldi

2008

 

First

Giorgio Armani

Giorgio Armani nasce a Piacenza in un ambiente familiare molto unito e di estrazione piccolo borghese.
Dopo aver terminato gli studi della scuola superiore tenta il percorso universitario iscrivendosi alla facoltà di Medicina. Dopo due anni, abbandona il suo sogno romantico di diventare un medico di campagna e grazie ad un’amica trova lavoro presso la Rinascente a Milano prima come aiuto fotografo poi nel settore dell’allestimento vetrine. In pochissimo tempo Giorgio diventa responsabile di una boutique uomo.
Durante i sette anni passati da Cerruti, Armani scopre i meccanismi del mercato dell’abbigliamento e approfondisce la conoscenza del tessuto e della progettazione dell’abito. Il 27 luglio del 1975 da vita alla Giorgio Armani s.p.a. e il lancio della sua prima collezione di prêt-a-porter maschile e femminile in una prima sfilata che si tenne a Plaza Hotel di Milano.
Da subito il marchio di Armani rivoluzionò il mondo della moda grazie alla nuova tipologia di giacca che venne definita “destrutturata”. Dichiara lo stilista che “la giacca è stata la prima cosa a cui ho desiderato mettere la firma. Ho costruito un tipo di giacca rilassata, informale, meno rigorosa che lascia intuire il corpo e la sensualità”.
L’emblema “giacca destrutturata” dello stile Armani esplode negli anni Ottanta. Contemporaneamente, lo stilista inaugura la sua prima di una lunga serie di collaborazioni cinematografiche con il film “American Gigolo” (1980) nel quale l’attore principale Richard Geere è vestito Armani. Giorgio presterà i suoi abiti per ben 150 film, sottolineando però di realizzare vestiti e non costumi.
Nell’aprile del 1982 il settimanale americano Time gli dedica la copertina con una foto dello stilista accompagnata dal titolo “Giorgio’s Gorgeous Style”. Il riconoscimento internazionale corona l’impresa di Armani. Nel 1983 giunge un altro Premio, quello del Council of fashion designers of America (CFDA). Mentre realizza grossi investimenti finanziari, il suo marchio al principio del 2000 ha invaso ogni settore: abiti, accessori, occhiali, orologi, profumi (Acqua di Giò, Black Code, Remix), gioielli, cosmetici e oggetti di arredamento. Nel 2001 incrementa la sua attività grazie alla verticalizzazione dell’azienda controllando dalla produzione alla distribuzione il suo marchio, con il quale ha sempre amato enfatizzare lo strictly “Made in Italy.” Nel 2001, il Primo Negozio di Armani Accessori viene inaugurato all’interno del nuovo Armani Teatro progettato da Tadao Ando a Milano.
Nel 2000 per commemorare i suoi venticinque anni di attività il R. Guggenheim Museum di New York dedica una retrospettiva al maestro, con oltre 500 abiti, schizzi originali e video ripercorrendo l’evoluzione delle creazioni di Armani.
Nel 2006 esce la prima biografia dedicata allo stilista “Essere Armani. Una biografia” a cura di Renata Molho pubblicata da Baldini, Castoldi, Dalai.

Riconoscimenti:
1983: Award for Best international Designer, del Council of Fashion Designers of America.
1985: Nomina di Commendatore della Repubblica Italiana.
1986: Nomina di Grand’Ufficiale della Repubblica Italiana.
1987: Nomina di Gran Cavaliere della Repubblica Italiana.
1991: Laurea Honoris Causa, conferita dal Royal College of Art di Londra.
1994: Life Time Achievment Award della National American Foundation (NIAF).
1998: Premio risultati del Solo 24 Ore (alle imprese italiane che creano valore e esempi di formule imprenditoriali di successo).
2003: Superstar Award dal Fashion Group International nel corso della Night of Star Award.
2008: Insignito della Légion d’Honneur, alta onorificienza della Repubblica francese.
2008: Premio Internazionale per la Cultura “Vissi d’Arte – Città di Alcamo”.

Motivazioni del Premio

Il Premio è conferito a Giorgio Armani, mito vivente, quale sentito omaggio ad un Artista, conosciuto universalmente come il “Maestro”, che onora l’Italia e le cui opere suscitano nel pubblico di ogni continente, grandi e profonde emozioni.
Creatività, sensibilità, disponibilità ed umanità caratterizzano il suo operato e la sua Arte collocandolo al vertice nel mondo.
Ha promosso e continua a sostenere innumerevoli iniziative di solidarietà e di cooperazione in Italia e nel mondo.
Inoltre, è fulgido esempio di altissima professionalità anche per i giovani artisti, stimolati dalla sua capacità di trasmettere interesse e passione.

1

Da sinistra: Francesco Bambina - Presidente dell’Associazione “Amici della Musica” di Alcamo e Giorgio Armani - Stilista


2
3
4



Amici della Musica
Per informazioni: Associazione “Amici della Musica”
Via F.lli S. Anna, 77 - 91011 Alcamo (TP) -Tel. +39 0924 505744 - Fax +39 0924 1916611 - Cell. +39 338 2308885

VoIP “Skype”: amicidellamusicaalcamo
info@amicimusicaalcamo.it
Partita Iva 01374350815